Nella settimana in cui il Consiglio dei Ministri ha approvato il D.L. con le misure urgenti per la tutela delle vie d’acqua di interesse culturale e per la salvaguardia di Venezia e il D.L. con misure urgenti a tutela dei lavoratori delle aziende in crisi, arriva dalla Camera il primo ok al ddl di conversione al Decreto sostegni-bis. Riprende l’esame della delega al Governo per la riforma della disciplina dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza. Passi in avanti per la riforma del processo civile e per il Decreto semplificazioni-bis.

In questa settimana, il Consiglio dei Ministri ha approvato il D.L. con le misure urgenti per la tutela delle vie d’acqua di interesse culturale e per la salvaguardia di Venezia e il D.L. con misure urgenti a tutela dei lavoratori delle aziende in crisi.

L’Assemblea della Camera ha dato il primo ok al ddl di conversione del c.d. Decreto Sostegni-bis (D.L. 25 maggio 2021, n.73 con misure urgenti connesse all’emergenza da Covid-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali).

Ecco le misure più significative introdotte nel corso dell’esame alla Camera:

  • sospensione del programma «cashback» per il secondo semestre 2021 e l’introduzione di un credito d’imposta pari al 100 per cento delle commissioni addebitate per transazioni effettuate con strumenti di pagamento tracciabili dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2002
  • stanziamento di 350 milioni di euro per l’ecobonus auto, che viene prorogato dal 30 giugno al 31 dicembre 2021;
  • sospensione fino al 30 settembre di tutti i termini di scadenza relativi a vaglia, cambiali e altri titoli di credito, con i protesti o le contestazioni già elevati che vengono cancellati;
  • esenzione IMU 2021 per i proprietari di appartamenti oggetto di blocco degli sfratti per morosità;
  • misure per fronteggiare gli aumenti eccezionali dei prezzi di alcuni materiali da costruzione avvenuti nel primo semestre dell’anno 2021, in relazione ai lavori in corso di esecuzione alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto;
  • introduzione di modifiche al Tax credit vacanze;
  • estensione da 6 a 10 anni della durata dei finanziamenti coperti da garanzia straordinaria SACE a favore delle imprese colpite dalla pandemia (cd. Garanzia Italia SACE);
  • per i soggetti che rientrano nelle categorie aventi priorità e con ISEE non superiore a 30 mila euro, la misura massima della garanzia concedibile dal Fondo di garanzia per la prima casa è elevata all’80% (dal 50%) della quota capitale.

Ora il testo del ddl di conversione passerà all’esame del Senato, che avrà tempo fino al 24 luglio 2021 per approvarlo definitivamente.

L’Assemblea di Palazzo Madama ha iniziato l’esame del c.d. ddl Zan (misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità).

Alla Camera, le Commissioni riunite Affari costituzionali e Ambiente continuano i lavori sul ddl di conversione del c.d. Decreto semplificazioni-bis (D.L. 77/2021), mentre la Commissione Giustizia è alle prese con il provvedimento sull’affidamento dei minori e con quello in tema di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope nei casi di lieve entità. La Commissione Attività produttive ha ripreso l’esame del ddl con la delega al Governo per la riforma della disciplina dell’amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza.

Al Senato, la Commissione Giustizia è sempre al lavoro sulla riforma del processo civile e ha continuato i lavori sul ddl sull’istigazione all’autolesionismo e sul provvedimento sui reati contro il patrimonio culturale. Per finire, si segnala che le Commissioni riunite Affari costituzionali e Giustizia proseguono l’esame del ddl di conversione del del D.L. 9 giugno 2021, n. 80 con misure urgenti per il rafforzamento della capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l’efficienza della giustizia.

(fonte Wolters Kluwer)